FANDOM


IlVagabondo4.png

Il Vagabondo (anche detto "l'Errabondo") è un mostro che infesta la biblioteca di villa Derceto, viene combattuto da Edward Carnby ed Emily Hartwood nel primo Alone in the Dark.

CaratteristicheModifica

Il Vagabondo è una creatura spettrale che infesta la biblioteca di Derceto. Si muove lentamente e attacca con potenti colpi delle braccia arrecando 2 punti danno. Sembra essere composto da particelle non-materiali, è difatti in grado di spostarsi attraversando pareti ed oggetti e risulta totalmente immune a qualunque tipo di arma eccetto una. Viene descritto nel documento Il pugnale del sacrificio di Otto Stern come l'intermediario tra il capro dai mille cuccioli (Shub-Niggurath) e gli uomini e viene paragonato alla figura folkloristica dell'orco delle fiabe. Il Vagabondo viene evocato da un'altra dimensione tramite una cerimonia di adorazione della dea nota come "adorazione del capro dai mille capretti" nella quale uno stregone richiama il Vagabondo e sacrifica a lui un agnello con un pugnale dalla lama curva. Se l'offerta viene accettata lo stregone trasfigurerà ad una nuova forma mentre coloro che vi assistono verranno immersi in uno stato di trance. Se, invece, il sacrificio viene rifiutato lo stregone deve essere in grado di scacciare il Vagabondo, l'unico modo per farlo è seguendo il "rituale dell'acciaio" che prevede l'uso di un coltello sinusoidale temprato sette volte nelle notti di luna piena in acqua centi-distillata. L'arma è l'unica che possa rinviare il Vagabondo nella sua dimensione.

StrategiaModifica

IlVagabondo5.png

Lo scontro con il Vagabondo avverrà nella biblioteca di Derceto, la creatura non uscirà dalla stanza nemmeno per inseguire il giocatore. Una volta all'interno sarà necessario accendere subito la lampada per avere illuminazione e posarla a terra per avere miglior giogo. Il Vagabondo prenderà a dare la caccia al giocatore attraversando qualunque parete o oggetto gli si pari davanti. L'unico modo per averne ragione è cercare il meccanismo segreto nascosto in uno degli scaffali della biblioteca, una volta trovato bisognerà porvi il falso libro così da aprire una stanza dedita a rituali occulti (ove il mostro non può arrivare). Lì si recupereranno tre pugnali cerimoniali dei quali solo uno scaccerà il Vagabondo. Tale coltello è quello dall'elsa giallastra e dalla lama frastagliata, è sufficiente un colpo di quest'arma (sia lanciata che usata per sferrare fendenti) andato a segno contro il Vagabondo per rimandarlo nella sua dimensione.

CuriositàModifica

-Il Vagabondo riassume molti degli elementi tipici delle creature partorite da H.P. Lovecraft (l'essere evocato da altre dimensioni, il non essere composto da materia etc.) viene anche detto che egli è un emissario della dea Shub-Niggurath.

-Il Vagabondo è l'unica creatura spettrale immediatamente ostile al giocatore: tutti gli altri fantasmi, se non disturbati, si limiteranno ad ignorarlo.

-Sconfiggere il Vagabondo non è strettamente necessario per poter completare il gioco. E' possibile ignorarlo e recuperare il talismano in pietra MNAR dalla camera segreta per poi uscire dalla biblioteca.

GalleriaModifica

Alone in the Dark

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale