FANDOM


278345-alone in the dark

Alone in the Dark, inzialmente noto con il sottotitolo Near Death Investigation, è il quinto capitolo della serie omonima. Il gioco è stato sviluppato da Eden Games e pubblicato da Atari nel Giugno 2008 per Xbox360 e PC. Le versioni Playstation 2 e Nintendo Wii, uscite in contemporanea, sono state sviluppate da Hydravision e hanno molte differenze da quelle originali. La versione per Playstation 3, ribattezzata Alone in the Dark: Inferno, è invece stata pubblicata rilasciata il 21 Novembre dello stesso anno con alcuni contenuti aggiuntivi. A differenza del precedente capitolo si tratta di un seguito diretto della prima trilogia che vede l'originale Edward Carnby come protagonista.

Caratteristiche Modifica

Twilight
Concepito da Nour Polloni e David Nadal di Eden Games, in particolare da un viaggio di quest'ultimo a New York durante il quale ha trovato molto affascinante l'atmosfera di Central Park di notte, totalmente oscuro nel mezzo di una città luminosa, Alone in the Dark: Inferno è un seguito diretto della prima trilogia della saga, pur distaccandosi radicalmente dalle meccaniche dei precedenti episodi. La pre-produzione del gioco ha avuto inizio già nel 2003, ma il primo concept venne giudicato "troppo ambizioso ed innovativo" e fu solo dopo diverse modifiche che Atari, nel 2006, accettò i rischi e diede il via al vero e proprio sviluppo. L'ambientazione principale è Central Park a New York (più una sequenza iniziale ambientata in un albergo nel Midwest) ed il gameplay ha subito radicali modifiche. Come in Alone in the Dark 3 sarà possibile guidare solamente Edward Carnby. La telecamera è in terza persona, perennemente posizionata alle spalle del protagonista (eccetto in alcuni luoghi ove le inquadrature sono più simili ai precedenti capitoli) ed allarga la visuale quando si corre. E' possibile passare in modalità prima persona tramite la pressione di un tasto in qualunque momento del gioco; la terza persona è utile per gestire i combattimenti corpo a corpo mentre in prima persona sarà possibile prendere la mira e sparare con la pistola, curarsi tramite una visuale che permette di agire in maniera mirata su ogni ferita con uno spray medico o con delle bende (in caso di ferite più gravi), accendere le automobili e visualizzare l'inventario.
Alone-in-the-dark-xbox-360-screenshots-dvd-menu-system
Il videogame offre la possibilità di muoversi a piacimento (free-roaming) per tutta l'area di Central Park, ricostruita minuziosamente con il motore grafico Twilight II. E' possibile guidare dei veicoli entrandovi ed accendendoli attraverso i cavi elettrici oppure trovando la chiave. La trama, scritta da Lorenzo Carcaterra, è divisa in otto episodi a loro volta divisi in diversi checkpoint raggiunti i quali la partita viene salvata automaticamente. E' possibile giocare a qualunque capitolo (tranne quelli finali) sin dalla prima partita accedendo ad un menù simile a quello dei DVD, sacrificando alcuni oggetti dell'inventario; un filmato previously simile a quelli delle serie TV mostrerà l'accaduto degli episodi precedenti. Particolare attenzione è stata rivolta all'iterazione con l'ambiente circostante, specialmente per quanto riguarda la fisica del fuoco: quasi ogni oggetto infiammabile brucerà in maniera realistica, illuminando o utilizzato come arma. I liquidi infiammabili ottenibili dalle bottiglie o dalla foratura di un serbatoio di una macchina, permetteranno di creare vere e proprie scie di fiamme mentre molti oggetti dovranno essere combinati in modo da ottenere potenti esplosioni incendiarie. In prima persona si potrà utilizzare un particolare potere di Carnby (noto come Visione Spettrale) grazie al quale, chiudendo gli occhi, si potranno vedere i punti deboli dei nemici ed alcuni simboli utili a risolvere enigmi. Tale potere può essere potenziato bruciando delle radici malefiche sparse in giro per Central Park. In terza persona è possibile afferrare alcuni oggetti e farli roteare (specularmente a come si rotea la levetta analogica od il mouse) per colpire i nemici, sfondare porte, risolvere enigmi od avvicinare l'oggetto stesso alle fiamme, così da incendiarlo. 
Inventario

L'inventario è limitato ed è mostrato tramite una visuale in prima persona che mostra il giubbotto di Carnby aperto, su entrambi i lati verranno mostrati gli oggetti e le scorte a disposizione. E' possibile combinare una grande varietà di oggetti apparentemente inutili così da ottenere armi più potenti (l'esempio più palese è lo spray che, combinato con un accendino, diviene un pratico lanciafiamme artigianale).

TramaModifica

Episodio 1: BLACKOUT

523753-alone-in-the-dark-inferno-playstation-3-screenshot-the-game

Edward Carnby si risveglia in una stanza d'albergo. Non ricorda né chi sia né come sia arrivato lì, ma si trova in balia di due sicari che tengono in ostaggio lui e un altro uomo anziano che sembra conoscerlo. Mentre i due ceffi parlano di un "rituale" e di una "pietra" entra un terzo uomo che ordina di portare via l'anziano e di condurre Edward sul tetto dove il sicario Scoff lo deve uccidere. L'uomo esegue e conduce Carnby attraverso una scalinata. Subito dopo i due vengono attaccati da una crepa vivente che divora Scoff e permette ad Edward di salvarsi. Procedendo attraverso i corridoi di manutenzione Edward raggiunge il condotto dell'ascensore dove vede l'altro ostaggio venir portato via dai due criminali. Il capo dei due fa riferimento al "Portatore di Luce" e ad una "pietra" poco prima che un'altra crepa attacchi l'ascensore divorando l'altro sicario, Hammet, e facendo precipitare l'intera struttura. Edward si salva e si fa largo attraverso l'albergo distrutto. Dopo aver salvato due sopravvissuti ed essere scampato ad un altro attacco di una crepa che ne ingoia uno, Edward scopre di trovarsi a New York, nel Midtown, nei pressi di Central Park.

Episodio 2: QUESTIONS

Free-alone-in-dark-hd-desktop-wallpaper-0

Carnby attraversa l'esterno dell'albergo attraverso i cornicioni e risale in una stanza dove ritrova Anna, una dei due sopravvissuti aiutati poco prima. Compare quindi l'ennesima crepa che inghiotte la donna mentre Edward riesce a raggiungere Jack, una guardia dell'edificio. A quel punto ricompare Anna, completamente ricoperta di cicatrici. La donna, divenuta una Humanz, uccide Jack per poi rivolgersi a Carnby con una voce demoniaca imponendogli di consegnarli "la pietra". Edward l'apostrofa aggressivamente e viene attaccato dalla creatura che riesce a sconfiggere solo grazie al fuoco. Proseguendo nella ricerca di una via d'uscita, Carnby raggiunge un'ascensore bloccato ove è imprigionata Sarah Flores una gallerista trovatasi nell'albergo per incontrare un cliente. L'ascensore viene assaltato da altri mostri che lo fanno precipitare al primo piano, dove il capo dei sicari, ancora vivo, esce dall'edificio. Sopravvissuti alla caduta, Edward e Sarah raggiungono la hall dove vengono attaccati da alcuni Humanz (tra cui Hammet, il sicario che era stato divorato nell'ascensore) e da dei mostri insettoidi: i Ratz. I due riescono ugualmente ad accedere al garage dell'albergo dove incontrano l'altro ostaggio dei criminali che si presenta come Theophile Paddington.

Free-alone-in-dark-hd-desktop-wallpaper 2

L'anziano rivela ad Edward il suo nome e sembra essere a conoscenza di molte altre cose, fa infatti riferimento ad un rituale eseguito per liberare Carnby da una certa pietra il quale ha cancellato la sua memoria. Non essendovi tempo per le spiegazioni i tre salgono su di una macchina ed escono sulla 59esima strada giusto in tempo per vedere l'albergo completamente fatto a pezzi dalle crepe. A quel punto Theo rivela di aver liberato un demone dalla già citata pietra e che questi si stia scatenando su tutta New York. Subito dopo una gigantesca crepa, simile ad un terremoto, inzia a devastare la città costringendo il trio a fuggire in macchina verso Central Park. Arrivati lì Edward rimane ferito da un incidente in auto mentre Theo estrae una pistola e consegna all'ex invetigatore la Pietra Filosofale di cui gli aveva parlato dicendogli che dovrà percorrere la Via della Luce. Infine gli da appuntamento alla sala 943 del Museo del parco e si spara alla testa.

Episodio 3: PAINFUL ANSWERS

Aitdx3097 jpg 640x360 upscale q85

Edward e Sarah, ancora sconvolti, sentono nelle vicinanze un'ambulanza: Sarah decide di inseguirla per cercare aiuto mentre Edward raccoglie il telefono di Theo che sta squillando. A rispondergli è il capo dei criminali, Crowley, che rivela di aver assistito alla scena e di volere a tutti i costi la Pietra in possesso di Carnby. Questi, subito dopo, contatta il dottore dell'ambulanza che gli suggerisce di cercare un bagno pubblico ove medicarsi, nello stesso istante dei nuovi mostri simili a pipistrelli attaccano Edward, attratti dal sangue della sua ferita: i Vampirz. Trovato riparo in un bagno, Carnby riesce a curarsi e, attraverso gli appunti ed i messaggi nel cellulare di Theo, scopre che Crowley da tempo cercava di avvicinare quest'ultimo promettendogli generosi contributi per una ricerca che l'anziano stava conducendo a Central Park. Infine Edward scopre che Crowley da decenni gli stava dando la caccia e che una volta riuscito a rapirlo obbligó Theo con il ricatto ad eseguire su di lui il rituale per purificare la pietra, liberando il demone ivi confinato. Edward viene nuovamente contattato da Crowley dopo aver attraversato le rovine del parco limitrofe alla città ed essere riuscito ad entrare in un condotto fognario. Il criminale gli svela il suo cognome: Carnby, e fa riferimento ad alcune "terribili cose" da lui commesse in passato. Questi, uscito dalle fogne e raggiunta Sarah presso l'ambulanza del dr. William Hartford, usa le informazioni raccolte per fare una ricerca su sé stesso. Scopre così di essere Edward Carnby, un investigatore e ricercatore del paranormale nato a fine 1800 e scomparso misteriosamente nel 1938, dopo essere entrato in possesso della Pietra.

Episodio 4: FIGHT BACK AND LOSS

Alone-in-the-dark-4-0

Sconvolto dalla rivelazione di essere un centenario (pur dimostrando appena quarant'anni), Edward decide di raggiungere la stanza 943 suggeritagli da Theo e Sarah insiste per seguirlo. Nel recarsi al museo i due vengono attaccati nuovamente dai Vampirz che sollevano l'automobile con la quale stavano provando a fuggire e la portano sino ad un loro nido. Lì Edward da prova delle sue capacità di sopravvivenza distruggendo il nido poco prima di venir di nuovo contattato da Crowley che accenna al fatto che tutta la faccenda giri intorno al "Portatore di Luce". Sarah, conoscendo il latino, traduce quel nome in Lucifero: il demone liberato dalla Pietra. I due riprendono la traversata verso il museo ed Edward si ritrova a scontrarsi con un gruppo di Humanz che proteggono delle enormi radici maligne che emanano un'aura empia. Bruciate le Radici del Male l'ex investigatore potenzia il suo potere di Visione Spettrale: il potere di vedere i punti deboli delle emanazioni di Lucifero quando chiude gli occhi, ottenuto durante la sua lunga permanenza con la Pietra. Raggiunto il museo Sarah viene rapita da dei Vampirz che la conducono all'interno dell'edificio dove Carnby la segue, ma non prima di essersi scontrato con un nuovo abominevole tipo di Humanz.

Episodio 5: NOT ALONE ANYMORE

EdwardSarah4

Edward libera Sarah da un nido di Vampriz e, praticatole un massaggio cardiaco, l'attrazione reciproca dei due culmina in un bacio che viene interrotto dal passaggio sopra al museo di un enorme esemplare di Vampirz. Edward decide di inoltrarsi alla ricerca della stanza 943 lasciando Sarah in una caffetteria. Superate diverse sale abitate da mostri di ogni genere, Carnby incontra una guardia del museo che gli suggerisce come raggiungere la stanza 943 ma viene poco dopo uccisa da un nuovo enorme mostro partorito dalla crepe. Sconfitto anche questo nemico Edward viene raggiunto da Sarah e i due raggiungono finalmente la stanza suggeritagli da Theo, nelle profondità del museo.

Episodio 6: THE TRUTH

Theo5
Contrariamente a quanto i due si aspettavano, nella stanza 943, non vi è traccia di Theo. Sarah ed Edward iniziano ad esaminare alcune vecchie fotografie quando qualcuno getta una sedia infuocata nella stanza e rinchiude i due all'interno. Prima che tutto possa prendere fuoco, però, una folata di vento spegne le fiamme e getta la stanza nell'oscurità. Chiudendo gli occhi Edward riesce a vedere lo spettro di Theo che gli indica alcuni oggetti i quali formano la frase: "Sarah, voglio che tu lo atterri". La ragazza, dopo qualche titubanza, colpisce Edward permettendogli di vedere Theo in sogno. Egli spiega che Lucifero, una volta cacciato dai cieli e costretto a vivere come un mortale, abbia realizzato un artefatto, la Pietra Filosofale, per permettere alla sua anima di sopravvivere nel tempo. Rimase però imprigionato nella sua creazione finché Edward non trovò la Pietra nei primi del 1900 e, capito il suo potere, decise di indossarla e di sparire dalla circolazione, affinché non potesse nuocere al mondo. Addestrò infine Theo, al tempo suo allievo, a sconfiggere il male risiedente nell'artefatto quando sarebbe giunto il momento. La Pietra allungò la vita di Carnby fermandone l'invecchiamento e le frequenti tentazioni di Lucifero portarono l'investigatore a compiere stragi e altri atti inenarrabili, la cicatrice che gli orna il volto ne è la prova. Carnby venne infine catturato da Crowley, desideroso di mettere le mani sulla Pietra, ma non la poté togliere al suo prigioniero finché non fosse stato liberato il demone che vi risiedeva. Per questo obbligò Theo ad effettuare una sorta di esorcismo, un rituale che liberò Edward dalla Pietra, sacrificando però la sua memoria. Lo spettro di Theo, infine, suggerisce ad Edward di percorrere il Cammino di Luce nascosto a Central Park, dove è celata l'unica chiave in grado di fermare Lucifero e gli indica una camera segreta nascosta nella stanza 943. Lì Sarah ed Edward leggono parte della profezia e gli indizi sembrano proseguire al castello Belvedere di Central Park.
Vampirzgiant

Carnby prende dalla camera un paio di lenti da utilizzare con la torcia e decide di cercare la Via della Luce mentre Sarah rimane nella stanza 943 per cercare di creare la serratura che sbloccherà la camera segreta. Edward attraversa i sotterranei del museo a bordo di un muletto e risale con un ascensore all'esterno. Purtroppo una passerella di legno che Edward cercava di attraversare crolla lasciandolo in balia dall'acqua corrotta da Lucifero, che divora chiunque vi passi sopra. A salvarlo giunge un elicottero che, con il suo faro, tiene a distanza il liquido oscuro, timoroso della luce. A bordo vi è Crowley che obbliga Edward a consegnargli la Pietra. Carnby cede e, salito a bordo, si trova una pistola puntata contro. Per tutta risposta l'investigatore estrae la Pietra e minaccia di gettarla dall'elicottero. Il mezzo viene però attaccato dallo stesso mostro che Edward aveva visto dal museo: la madre Vampirz. Il pilota cerca di fuggire e, fortunatamente, la creatura viene abbattuta da un fulmine. La sua caduta però destabilizza l'elicottero che precipita sull'orlo di un precipizio, Edward viene sbalzato fuori riuscendo ad appendersi ad una fune.

Episodio 7: THE PATH OF LIGHT

1 freedom belvedere final 81894

Sopravvissuto alla rovinosa caduta dell'elicottero, Edward riesce a raggiungere il tunnel della metropolitana dal quale risale attraverso la carcassa della gigantesca madre Vampriz e torna a Central Park. Dai messaggi di Sarah, la quale sta studiando gli appunti di Theo, capisce di dover potenziare la sua Visione Spettrale per poter vedere gli indizi celati al vecchio castello. Carnby distrugge così altre Radici del Male e giunge al Belvedere dove riesce a trovare tutti e sei i simboli di luce attivabili tramite l'uso della torcia e delle lenti speciali trovate nella stanza 943. Raggiunge infine il piano superiore del castello dal quale utilizza un particolare telescopio da puntare verso la luna per scorgere il punto d'accesso al Sentiero di Luce: Fort Fish.

Episodio 8: THE LIGHT BRINGER

Eviltree6

Raggiunto il forte Carnby si ritrova di davanti ad una barriera invisibile che protegge una gigantesca ed abominevole pianta: l'Albero del Male. Per indebolire quello scudo Edward è costretto ad abbattere altre Radici del Male così da poter infine lanciare una bomba infiammabile verso l'Albero e ridurlo in cenere. Carnby accede dunque al Sentiero di Luce dove supera sette camere irte di trappole e ritrova la chiave lì celata: Hermes Trismegisto. Costui rivela ad Edward che la Pietra di Lucifero, rimasta nelle mani degli uomini divenne un oggetto malvagio e portatore di corruzione. Una volta che Hermes ne entrò in possesso venne da essa ispirato alla costruzione di un'imponente porta con l'aiuto di uomini saggi. Scoprì però di essere stato ingannato da Lucifero, il quale l'aveva spinto a costruire il mezzo tramite il quale si sarebbe incarnato sulla terra. Decise così di distruggere la Pietra in due e di farsi sigillare nelle profondità del Sentiero di Luce con una metà mentre l'altra sarebbe passata di mano in mano, assassinando e corrompendo gli uomini avidi di ricchezza e potere, finché non fosse giunta ad un uomo degno che l'avrebbe riportata a Hermes ed avrebbe compiuto la profezia. I due fuoriescono dal forte e vengono contattati da Sarah la quale spiega ad Edward di aver creato la serratura nella camera della stanza 943 ma che sia iniziato un conto alla rovescia al termine del quale "tutte le porte si apriranno" ed il Portatore di Luce ritornerà a vivere sulla terra. Carnby e Hermes salgono su un auto e corrono verso il museo mentre il parco viene devastato da guglie mostruose che fuoriescono dal terreno. Riusciti ad arrivare in tempo i due incontrano nuovamente Crowley il quale, sopravvissuto al disastro del suo elicottero, ha preso in ostaggio Sarah.

Hostage

Dopo una breve conversazione Carnby lo uccide sparandogli in testa e si reca con Sarah ed Hermes verso la camera nella stanza 943. Lì Hermes usa la sua ombra per sbloccare la serratura e apre un corridoio segreto verso la Porta di Lucifero. Lí vi trovano un altare sul quale Hermes pone la sua metà della Pietra, invitando Edward a fare lo stesso. L'unione delle due parti apre la porta che viene illuminata dalla presenza di Lucifero, Edward afferra la Pietra ricomposta e si prepara ad affrontare il nemico ma questi prova a reincarnarsi in lui attraverso l'artefatto. Sarah allora prende la Pietra dalle sue mani venendo così tentata dal maligno. A quel punto sta ad Edward scegliere:

CarnbyLucifer

-Uccidere Sarah porterà Lucifero a reincarnarsi nello stesso Carnby. Hermes leviterà verso la luce mentre ammonirà il demone dicendo che gli uomini si solleveranno contro lui, ma questi serafico gli risponderà che non è venuto da solo.

GoodEnding

-Risparmiando Sarah, Edward le si getterà incontro e le confesserà il suo amore. La ragazza diverrà il nuovo corpo di Lucifero e schernirà Carnby. Questi, non volendo combatterla, se ne andrà.

PersonaggiModifica

Principali: Modifica

Edward

Edward Carnby: Il protagonista, in questo capitolo è affetto da amnesia e si risveglia in ostaggio dei sicari di Crowley. Nel corso della storia scoprirà molti dettagli del suo passato ed il fatto di essere divenuto centenario grazie al potere della lungavita datogli dalla Pietra Filosofale, della quale è stato Portatore negli ultimi settant'anni. Cinico ma determinato Carnby utilizza le sue spiccate capacità di sopravvivenza e d'improvvisazione per sopravvivere all'incubo che si scatena su Central Park.

Sarah

Sarah Flores: Gallerista che si ritrova imprigionata in un palazzo nel Midtown mentre Lucifero si libera dalla Pietra. Fuggirà con Carnby verso Central Park e gli sarà di grande aiuto nella scoperta dei segreti del parco. Estremamente leale si rivelerà una presenza determinante al compiersi della profezia arrivando a sacrificarsi per Edward.

Teophile

Theophile Paddington: Il sovrintendente del museo di Central Park. Un tempo allievo di Carnby si ritroverà di nuovo al suo fianco per combattere Crowley e Lucifero. Si suiciderà appena arrivato a Central Park per poter aiutare Edward sotto forma di spettro e per incontrarlo nella stanza 943.

Crowley

Crowley: Criminale ossessionato dal desidero di impossessarsi della Pietra Filosofale. Ha inseguito Edward per decenni nel tentativo di rubargliela e sa molte cose sul suo passato. Il suo desiderare ardentemente la Pietra lo spinge ad essere totalmente indifferente alla liberazione di Lucifero e alla distruzione da lui causata.

Hermes

Hermes Trismegisto: Figura ellenistica risalente all'antichità. S'imprigionò a Central Park, al termine del Sentiero di Luce, assieme ad una metà della Pietra Filosofale, in attesa di un altro degno portatore. Guiderà Edward alla Porta di Lucifero dove verrà compiuta una scelta determinante per il destino del mondo.

Lucifero

Lucifero: L'arcangelo decaduto ed ora imprigionato sotto Central Park. Si manifesta tramite le sue mostruose creature e le usa per interagire con i mortali. Conosce Carnby e vuole da lui la Pietra Filosofale per liberarsi. Al termine del gioco si manifesterà come una luce abbagliante prima di reincarnarsi in Edward o Sarah.

Minori: Modifica

Hartford

Dr. William Hartford : Medico di un'ambulanza che gira per Central Park in cerca di sopravvissuti. Hartford spiegherà ad Edward dove trovare dei medicinali e gli sarà d'aiuto facendo una ricerca sul suo passato tramite il database dell'ospedale.

Scott

Scoff: Uno dei due sicari di Crowley, si dimostra molto più controllato e spietato del collega, a lui viene dato l'incarico di condurre Edward sul tetto dell'albergo ed ucciderlo. Fallirà, tuttavia, venendo divorato da una crepa.

Emmet

Hammet: Il secondo sicario di Crowley. A differenza di Scoff sembra più intimorito dalle crepe liberate dal corpo di Edward e dalle conseguenze del rituale eseguito sulla Pietra Filosofale. Crowley lo porta con sé nell'ascensore per scortare Theo fuori dall'albergo, ma vengono attaccati da una crepa che ingoia Hammet. Ricomparirà nella hall sotto forma di Humanz, usato da Lucifero come tramite per interagire con Carnby.

Anna

Anna: Giovane assistente di uno psicologo nell'albergo del Midtown. Incontrerà Edward in due occasioni, nella seconda delle quali verrà inghiottita da una crepa e risputata sotto forma di Humanz per minacciare e scontrarsi con Carnby.

Grassone

Compagno di Anna: Psicologo che lavora presso l'edificio di inizio gioco. Si ritrova imprigionato nel suo ufficio a causa dell'incendio che sta dilagando. Si dimostra piuttosto materialista e cinico. Lui e Anna vengono soccorsi da Edward che cerca di condurli fuori. Viene divorato di lì a poco da una crepa.

Guardia

Guardie del museo: Nell'addentrarsi nel museo Edward incontrerà due guardie. Una gli aprirà una grata dietro la quale aveva trovato riparo una volta che l'investigatore avrà sterminato tutti gli Humanz di un salone. L'altra (Matthew Brown) indicherà a Carnby come raggiungere la stanza 943 suggerita da Theophile Paddington ma verrà ucciso da l'Enorme poco dopo.

Jack

Jack: Guardia giurata che lavora presso l'albergo nel Midtown dove inizia il gioco. Dapprima cercherà di soccorrere Sarah Flores, imprigionata in un ascensore, ma non sarà costretto a darsi alla fuga a causa dell'arrivo di una crepa. Successivamente suggerirà a Carnby di raggiungerlo attraversando una stanza avvolta nell'oscurità. Verrà ucciso da Anna, ormai divenuta una Humanz, che gli romperà il collo.

Addetto

Operatori delle fogne: Due operatori delle fogne che Edward incontrerà cercando di tornare a Central Park. Il primo dei due rimane imprigionato in mezzo a del liquido oscuro e, appena si spegnerà l'unica luce che gli offriva protezione, verrà inglobato da questo. Il secondo suggerirà a Carnby di uccidere un gruppo di Vampirz tramite l'uso di un cavo elettrico per poi allontanarsi nelle fogne alla ricerca dei suoi compagni.

NemiciModifica

I mostri di questo titolo sono emanazioni di Lucifero o creature corrotte dalla sua influenza. Sono tutte estremamente sensibili al fuoco.

Mostri: Modifica

  • Crepe: Fessure che corrono su pareti e pavimenti animate da volontà propria. Sono in grado di aprirsi e di inghiottire qualunque cosa comprese persone, animali ed elementi.
  • Humanz: Esseri umani divorati e risputati dalle crepe. Sono ricoperti di cicatrici (loro punti deboli) e attaccano in gruppo con brutalità. Vengono usati da Lucifero per comunicare con gli altri umani.
  • Humanz evoluti: Grottesca mutazione degli Humanz priva di umanità ed in grado di lanciare i propri artigli contro il nemico. Sono notevolmente forti e resistenti, dotati di tre cicatrici sensibili al fuoco sul corpo.
  • Vampirz: Pipistrelli inghiottiti e risputati dalle fessure. Attaccano in gruppo riuscendo ad uccidere un uomo in pochi secondi. Combattere contro di loro è inutile, è preferibile cercare la fuga.
  • Ratz: Esseri insettiformi piuttosto deboli ma fastidiosi. Sono partoriti da dei piccoli nidi che vanno bruciati per impedirgli di riprodursi. Alcuni di loro possono sputare un liquido viscoso ed accecante.
  • Liquido Oscuro: Acqua corrotta dal passaggio delle crepe. Ha un comportamento quasi "vivo" in quanto si ritrae alla luce e si espande in sua assenza. Dissolve qualunque cosa vi passi sopra.
  • Radici del Male: Radici che Lucifero espande rigettando la propria influenza nel mondo. Non sono in grado di nuocere ma la loro aura è debilitante. Bruciandole Edward potenzia la sua Visione Spettrale.
  • Albero del Male: Centro delle radici di Lucifero. E' protetto da una potente barriera invisibile. Per distruggerlo bisognerà dar fuoco a molte radici così da indebolire la barriera e renderlo vulnerabile.

Boss: Modifica

  • Nido di Vampirz: Nido creato dai Vampirz ove portare le proprie prede e dissanguarle in dei bozzi. Uno stromo di vampiri si alzerà a difesa del nido sollevando e lanciando pesanti oggetti.
  • Madre Vampirz: Gigantesco esemplare di Vampirz, la si vedrà in tutte le versioni di gioco ed una versione più piccola verrà affrontata nelle edizioni PS2 e Wii.
  • L'Enorme: Grottesco mostro che compare nel museo, è capace di lanciare i suoi artigli e sviluppare un potente attacco telecinetico con il quale crea un'onda d'urto estremamente dannosa.
  • Mostro della metropolitana: Presente solo nella versione PS3 questo mostro lo si incontrerà nella metropolitana e darà la caccia a Carnby inseguendolo lungo il tunnel e sfasciando il treno nel quale l'investigatore si è riparato.

Armi e Oggetti Modifica

Le armi e gli oggetti si dividono in principali e scorte. I primi sono oggetti che, una volta raccolti, non potranno più essere esclusi dall'inventario, le scorte invece sono oggetti combinabili tra loro (come bottiglie di alcool o di benzina, fazzoletti, nastro adesivo etc.) utili per ottenere potenti armi esplosive o incendiarie, che potranno essere abbandonati o sostituiti in qualunque momento.

Principali: Modifica

9mm

  • 9mm: La prima pistola a venir trovata nel gioco. Ha un caricatore di 8 proiettili ed una scarsa potenza di fuoco, tuttavia rappresenta un'ottima arma per difendersi.
Magnum Calibro .44
  • .44 Magnum: La seconda pistola a venir trovata, sostituisce la 9mm. Il caricatore è di 12 colpi e la potenza di fuoco sensibilmente più alta la rendono un'arma decisamente migliore. La si potrà trovare in diversi punti di gioco.

Torcia

  • Torcia: Utile torcia a batteria che dovrà essere raccolta nella hall dell'albergo ad inizio gioco. Permette di illuminare le zone buie e respingere alcuni nemici, la sua autonomia è però limitata e le batterie andranno sostituite una volta esauritesi.

Accendinoz

  • Accendino: Un pratico accendino Zippo che bisognerà raccogliere nel parcheggio dell'albergo. E' utile per accendere le molotov e le scie di benzina.

PDA1

  • PDA: Il PDA di Theophile Paddington verrà raccolto appena arrivati a Central Park. Si potranno ricevere chiamate e messaggi oltre che leggere documenti importanti.

Lenti della stanza 943

  • Lenti della stanza 943: Speciali lenti che si recupereranno nella stanza 943. Combinate con la torcia permetteranno di rivelare i simboli della Via della luce.

PietraFilosofale - Copia

  • Pietra Filosofale: Anche nota come Pietra di Lucifero è un antico artefatto attorno al quale gira la trama del gioco. Verrà consegnata ad Edward da Theo tuttavia non sarà presente nell'inventario.

Scorte: Modifica

Dataglio

  • Coltello/Cacciavite: Due pratici oggetti che potranno essere utilizzati per difendersi, pur infliggendo danni molto bassi, o per forare bottiglie, sacche di sangue e serbatoi.

Nastrobiadesivo

  • Nastro biadesivo: Un pratico nastro biadesivo utile se combinato con altri oggetti per unirli tra loro.

Proiettili pistola

  • Proiettili pistola: Proiettili da 9mm per pistola. E' possibile combinarli con del liquido infiammabile per renderli incendiari o attaccarli ad un oggetto esplosivo per farli saltare in aria nella deflagrazione.

Batterie Torcia

  • Batterie: Batterie per la torcia elettrica, ogni confezione ne contiene tre.

Bende

  • Bende: Bende mediche utili per fermare l'emorragia di ferite profonde o da utilizzare come stoppino per le molotov.

Fazzoletto

  • Fazzoletti: Panni di stoffa che possono essere utilizzati come stoppino per le molotov.

Bottiglia di alcool

  • Bottiglie di vetro: Bottiglie generalmente piene di alcool che si trovano spesso in armadietti o frigoriferi. Sono utili per creare cocktail molotov o esplosivi artigianali oppure essere svuotate per creare scie incendiarie. E' necessario mantenersi a debita distanza dall'esplosione di queste bottiglie poiché arrecano gravi danni e pesanti ferite.

Bottiglie di plastica

  • Bottiglie di plastica: Bottiglie che possono essere trovate piene di alcool, benzina o acqua. Con del liquido infiammabile sono utili per creare cocktail molotov a tempo, bombe adesive o esplosivi artigianali. A differenza delle bottiglie di vetro possono essere sia svuotate che forate con un coltello od un cacciavite e poi lanciate, per creare scie incendiarie. E' necessario mantenersi a debita distanza dall'esplosione di queste bottiglie poiché arrecano gravi danni e pesanti ferite.

Spray Medico

  • Spray medico: Medicinale da spruzzare sulle ferite per cauterizzarle. Sarà possibile lanciarlo e farlo esplodere con un colpo di pistola oppure utilizzarlo assieme all'accendino creando un lanciafiamme artigianale.

Sprays

  • Spray antizanzare/Spray antiruggine: Bombolette di spray che possono essere lanciate e fatte esplodere con un proiettile producendo una piccola detonazione, oppure combinate con l'accendino creando un lanciafiamme artigianale.

Sacca di sangue

  • Sacca di sangue: Sacca di plastica contenente sangue. La si può lanciare e spararle per spargere sangue nell'area che attirerà i mostri, oppure forarla con un coltello o un cacciavite prima di lanciarla creando una scia che creature come i Ratz od i Vampirz inzieranno a bere, distraendosi per alcuni minuti.

Luced'emergenza(azzurra)

  • Sticklight: Piccola luce d'emergenza azzurra che può essere combinata con oggetti esplosivi per renderli più visibili o lanciata per illuminare zone buie, ha una durata limitata.

Bengala

  • Bengala: Luce d'emergenza rossa che, oltre ad illuminare, produce fumo. Può essere combinata con oggetti esplosivi per renderli più visibili o lanciata per illuminare zone buie. Può spaventare le creature più piccole ed il suo raggio d'azione e la sua durata sono maggiori rispetto allo sticklight.

Armi corpo a corpo: Modifica

Fire2

Nel corso del gioco sarà possibile raccogliere un'ampia gamma di armi corpo a corpo da utilizzare contro i nemici o per risolvere enigmi e sfondare le porte, esse variano dalle armi bianche (spade, katane, sciabole, mazze ferrate etc.) ad armi improprie (tubi, mazze, rami, lampade, estintori, cestini etc.). Benché la maggior parte delle armi sia in grado di causare gravi danni alle creature di Lucifero solamente quelle in legno potranno prendere fuoco, così da illuminare, incrementarne la potenza d'attacco nonché per sconfiggere definitivamente i nemici, tuttavia dopo un certo lasso di tempo saranno totalmente prese dalle fiamme rendendo impossibile tenerle in mano. Gli oggetti fragili come le sedie si romperanno quando vengono utilizzate per colpire.

Rilascio Modifica

Xbox 360, PC PS2, Wii PS3
Flag of Europe
20 Giugno 2008 20 Giugno 2008 18 Novembre 2008
Flag of the United States
24 Giugno 2008 24 Giugno 2008 21 Novembre 2008
Flag of Australia
26 Giugno 2008 26 Giugno 2008 11 Dicembre 2008

Differenze tra le versioni Modifica

Limited Edition Modifica

Limited Edition

In esclusiva per Xbox360 è stata messa in commercio una versione del gioco in edizione limitata che comprende:

  • Il gioco (la normale versione per Xbox360)
  • Una statuina di Carnby di 15 cm
  • Un cd comprendente 8 tracce della colonna sonora
  • Un dvd del Making of del gioco e contenuti extra
  • L'Artbook ufficiale

Playstation 2/Wii Modifica

Le versioni per Playstation 2 e Nintendo Wii sono state sviluppate da Hydravision Entertainment ed uscite in contemporanea a quelle Xbox360 e PC. Il titolo, pur seguendo una trama molto simile a quella originale, si discosta notevolmente dalle versioni di Eden Games per quanto riguarda i contenuti, l'iterazione con l'ambiente, il free-roaming ed i combattimenti. Sono stati apportati anche alcuni cambiamenti di trama ed è stato aggiunto un personaggio alla storia principale.

Trama: Modifica

Personaggi aggiuntivi: Modifica

Playstation 3 Modifica

Infernus
La versione per PlayStation 3 è stata rilasciata il 21 Novembre 2008 con il sottotitolo Inferno. La risoluzione nativa è aumentata da 1040x600 pixel a 1120x630 pixel garantendo una definizione effettiva migliore, con un guadagno netto di 81.600 pixel rispetto alle versioni PC e Xbox360. Tra le altre differenze vi sono:
  • La possibilità di gestire la telecamera a 360°.
  • Il movimento predefinito di Carnby è la corsa e non più la camminata.
  • Migliore gestione dell'inventario e dei comandi del personaggio.
  • Sono stati aggiunti dei suggerimenti che spiegano meglio il funzionamento della Visione Spettrale.
  • E' stato aggiunto un check-point intermedio nella sezione La 59esima strada.
  • E' stata aggiunta una sezione, subito dopo il Museo, durante la quale Edward prende il controllo di un treno della metropolitana e viene inseguito da un enorme mostro che funge da boss.

Colonna sonora Modifica

Olivier deriviere 01

La colonna sonora è stata composta da Olivier Derivière ed eseguita dal coro femminile The Mystery of Bulgarian Voices (Le Mystère des Voix Bulgares). Comprende 21 tracce, di cui solo 8 sono state incluse nel CD promozionale della Limited Edition.

  1. Prelude To An End
  2. Edward Carnby
  3. The Fissure
  4. Collapsing Floors
  5. The Façade
  6. Reception Hall
  7. The Humanz
  8. Who Am I?
  9. Central Dark
  10. Crying New York
  11. Loneliness
  12. Bethesda Fight
  13. Killing The Fissure
  14. No More Humans
  15. Truth
  16. Niamam
  17. The Light Carrier Test
  18. Shto Li (A Cappella)
  19. The Final Gate
  20. The Choice
  21. An End For A Prelude

Trailer e Wallpaper Modifica

Alone in the Dark 2008 - They Lied Trailer01:13

Alone in the Dark 2008 - They Lied Trailer

Alone in the Dark 2008 - Trailer03:02

Alone in the Dark 2008 - Trailer

Alone in the Dark: Near Death Investigation Modifica

Logo

Durante lo sviluppo Alone in the Dark era dotato del sottotitolo Near Death Investigation, successivamente rimosso. La trama, pur sviluppandosi in maniera presumibilmente simile presentava alcune differenze: non è chiaro se Edward Carnby fosse affetto da amnesia, tuttavia si sarebbe trovato ad indagare su delle misteriose sparizioni presso Central Park.

Pre-Carnby 2

Lo stesso modello di Carnby ha subito radicali modifiche: inizialmente doveva apparire più giovane, con i capelli corti e privo della caratteristica cicatrice sul lato sinistro del viso, curiosamente tale modello rimane visibile nella scena dei titoli d'apertura delle versioni PS2 e Wii del gioco completo. Nei trailer non compare nessuno degli altri personaggi principali eccetto Anna, la quale viene apparentemente uccisa da un enorme mostro (lo Knife-Skeleton scartato dal prodotto finale) mentre cerca di fuggire su di un elicottero. Il gameplay sembra non aver subito grosse modifiche in quanto la gestione del fuoco e l'alternanza prima/terza persona era presente fin dalle prime bozze. Dal prodotto commercializzato è stato rimosso anche un nuovo tipo di mostro dall'aspetto canide e pare che le radici del male in principio fossero "occhi" giganti che sbucavano dal terreno (più affini con la tipica atmosfera dei racconti di Lovecraft).

Concept Art Immagini di gioco
Teaser
Alone in the Dark website teaser01:32

Alone in the Dark website teaser

Trailer
Alone in the Dark - Pre Release Trailer01:54

Alone in the Dark - Pre Release Trailer

Curiosità Modifica

-Alone in the Dark: Inferno è il primo gioco della saga ad essere pubblicato sotto il marchio Atari invece di Infogrames.

-Il gioco è stato dedicato alla memoria di Jean-Michel Herve, programmatore 3D di Eden Games.

-Nella versione per PS3 (Inferno) il movimento predefinito di Carnby è la corsa, differentemente da qualsiasi altro gioco della saga.

-Il gioco omaggia il capostipite della saga con parecchi elementi di gameplay simili ma modernizzati. Citazioni più palesi sono l'Albero del Male, che richiama Ezechiel Pregzt, il labirinto al buio nel Sentiero di Luce, riferimento al labirinto sotto villa Derceto ed il nome dell'antagonista, Crowley, rimanda ad Aleister Crowley, occultista britannico più volte citato nell'originale Alone in the Dark.

-Alone in the Dark: Inferno è il primo titolo della saga a non fare uso della celebre inquadratura dalla finestra, storico marchio del gioco.

-Nella stanza 943 del museo, sulle pareti, si potranno vedere diverse foto della villa della famiglia Morton comparsa in Alone in the Dark: The New Nightmare; la stessa foto che ritrae Edward e Theo nel 1936 ha come sfondo la suddetta villa.

Easter1
-Nel secondo capitolo, una volta risaliti dai cornicioni dell'albergo e raggiunta la stanza ove si ritrova Anna, si potrà vedere una foto con tutti i membri di sviluppo di Eden Games. Un altro riferimento al team di sviluppo si può trovare nella metropolitana, dove alcuni manifesti riportano scritto Eden's Yummies.

-Sui tettucci dei taxi di Central Park è presente il logo del gioco Test Drive Unlimited, altro titolo sviluppato da Eden Games.

-Il primo teaser Trailer del sito del gioco (ancora della versione Near Death Investigation) mostra alcuni documenti di sparizioni a Central Park, i nomi dei giornalisti sugli articoli sono Samuel Raimi, Jonathan Carpenter e Ashley Campbell. I primi due fanno riferimento ai registi Sam Raimi e John Carpenter mentre il terzo rimanda ad Ash Williams (personaggio della serie La Casa di Raimi) e all'attore che lo interpreta: Bruce Campbell.

-Alcune tracce della colonna sonora sono state remixate da DJ Tijs Michiel Verwest, in arte Tiësto.

-Parecchi elementi di gioco (la struttura ad episodi, l'utilizzo della luce per confrontarsi con alcuni nemici etc.) sono stati ripresi dal videogame del 2010 Alan Wake.

Riferimenti Modifica

Alone in the Dark: Inferno

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale